Sorpreso con 4 kg di marijuana; aveva il reddito di cittadinanza

CROTONE – Era sottoposto al regime della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza ma percepiva il reddito di cittadinanza e perdipiù spacciava droga. Si tratta di R.S., 59enne pregiudicato di Crotone arrestato dagli agenti della squadra Mobile della questura che lo hanno trovato in possesso di quattro chilogrammi di marijuana.

Gli agenti lo hanno sorpreso mentre usciva da un magazzino che l’uomo utilizzava come deposito per la sostanza stupefacente. Gli investigati sospettavano che in quel locale il pregiudicato nascondesse la droga per cui hanno fatto irruzione cogliendolo di sorpresa. Alla vista degli agenti l’uomo non ha opposto resistenza anzi, vistosi scoperto, ha consegnato spontaneamente i quattro quattro chilogrammi di marijuana suddivisi in diverse buste trasparenti e pronti per lo spaccio.

Dopo la convalida dell’arresto all’uomo sono stati concessi i domiciliari presso la sua abitazione.

L’articolo Sorpreso con 4 kg di marijuana; aveva il reddito di cittadinanza proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Capo Colonna, danneggiati i pannelli descrittivi del Parco

CROTONE – “L’inciviltà non ha limiti” scrive la Direzione del Museo e del Parco archeologico di Capo Colonna. Il riferimento è al danneggiamento dei pannelli descrittivi del Foro di età romana davanti al santuario della Vergine, frutto degli ultimi rinvenimenti durante la pavimentazione del sagrato. Ignoti hanno rotto i vetri di protezione e sfregiato i pannelli. Comuni vandali, probabilmente. Ma potrebbe anche trattarsi di altro: il Parco archeologico continua ad avere molti nemici.

L’articolo Capo Colonna, danneggiati i pannelli descrittivi del Parco proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Crotone, misure anticovid: il Comune revoca autorizzazione per Fiera campionaria

CROTONE – Il comune di Crotone ha revocato l’autorizzazione allo svolgimento della fiera campionaria di località Passovecchio in ottemperanza al Dpcm del 18 ottobre sulle misure anticovid.

Con provvedimento dirigenziale, alla luce del dettato del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 18 ottobre 2020, è stata disposta la revoca in autotutela della “Fiera Campionaria di Ottobre” prevista fino al 25 ottobre prossimo in località Passovecchio, in considerazione cha la stessa rientra nel novero delle fiere di comunità e quindi soggiace al sopraggiunto divieto di svolgimento

L’articolo Crotone, misure anticovid: il Comune revoca autorizzazione per Fiera campionaria proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Sanità, Voce incontra Masciari: l’ex Dispensario un centro per l’Autismo

CROTONE – Stamani il sindaco Enzo Voce ha incontrato i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale di Crotone. Un lungo colloquio a tutto tondo sui temi della salute, con particolare attenzione all’emergenza sanitaria, anche alla luce del recente decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri. Il sindaco ha illustrato le misure già adottate in tema di prevenzione e quelle allo studio per contenere la diffusione del Covid-19. L’intenzione è di non abbassare la guardia e di consolidare la stretta collaborazione in atto con l’Asp. “La tutela della salute – ricorda una nota del Comune – è un altro dei punti cardine dell’azione amministrativa del sindaco Vincenzo Voce. Non a caso il sindaco ha voluto una specifica delega assessorile su una materia così impostante per la comunità cittadina”.

L’incontro (nella foto) ha avuto luogo nella stanza del primo cittadino, che era accompagnato per l’occasione dagli assessori Carla Cortese, Sandro Cretella e Ugo Carvelli. Dall’altra parte del tavolo, il direttore generale facente funzioni dell’Asp, Francesco Masciari, ed il dott. Francesco Bennardo.

Altri temi trattati sono quelli legati alla bonifica dell’ex aree industriali e dei siti urbani inquinati, sottolineando l’importanza di arrivare ad una definizione per il territorio che possa da un lato essere elemento di sicurezza per la salute dei cittadini ma anche volano di sviluppo con soluzioni che tengano prioritariamente conto della tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Un tema, come quello della pandemia, sul quale l’Amministrazione ha manifestato “piena sintonia di vedute con l’Azienda sanitaria provinciale” rassicura il Comune.

Si è parlato dell’ipotesi di trasferimento dei servizi del poliambulatorio di corso Messina alla struttura dell’Asp di viale Nazioni Unite, nel quartiere Farina, rispetto alla quale il sindaco Voce “sta assumendo informazioni e si riserva di determinarsi al riguardo”. Sempre per quanto riguarda corso Messina, Masciari ha annunciato che il Dispensario, già sede dell’Usl 16, attualmente in stato di abbandono, diventerà un centro per l’autismo per il quale L’Azienda ha già richiesto un finanziamento a valere sui fondi comunitari. In questo caso Voce ha subito garantito ampia disponibilità.

Sempre in tema di progetti, Comune ed Asp, che hanno ricevuto comunicazione al riguardo dalla Prefettura, si adopereranno per presentare un progetto comune per il quale è previsto un finanziamento di 450mila euro per misure di contrasto all’incidentalità dovuta sia all’abuso di alcol che di stupefacenti. Infine, il sindaco ha anticipato che in qualità di presidente convocherà la Conferenza dei sindaci della provincia per discutere del nuovo Atto aziendale dell’Azienda sanitaria provinciale.

L’articolo Sanità, Voce incontra Masciari: l’ex Dispensario un centro per l’Autismo proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Covid, chiuse per precauzione le scuole di Roccabernarda ed il polo di Petilia

CROTONE – A causa di un caso di positività a Roccabernarda resteranno chiuse tutte le scuole del Comune ed anche il liceo scientifico di Petilia Policastro dove frequenta la figlia dell’uomo risultato contagiato. La decisione è stata presa dai sindaci di Roccabernarda, Nicola Bilotta, e di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi in attesa che si conoscano gli esiti dei tamponi sui contatti diretti dell’uomo- che è asintomatico – tra cui le due figlie: una frequenta le scuole medie a Roccabernarda e l’altra il liceo scientifico di Petilia Policastro. La moglie dell’uomo – già sottoposta a tampone – è risultata negativa. La famiglia, comunque, si trovava in isolamento già da alcuni giorni.

Nel frattempo il sindaco di Roccabernarda ha comunicato che “tutti gli ambienti scolastici saranno sanificati e resi sicuri rispettando tutte le disposizioni relative al CoronaVirus”.

Il sindaco di Petilia Policastro ha comunicato sul suo profilo facebook che “da giorno 19.10 per motivazioni igienico-sanitarie, le lezioni per gli studenti del liceo scientifico Raffaele Lombardi Satriani sono sospese fino a data da destinarsi. Per gli studenti verrà attivata la didattica a distanza come da disposizione ministeriale”. Inoltre, la dirigente dell’Istituto ‘Margherita Hack’ di Cotronei ha disposto la chiusura della scuola e l’avvio della didattica a distanza per gli studenti delle sedi di Cotronei e Petilia Policastro.

L’articolo Covid, chiuse per precauzione le scuole di Roccabernarda ed il polo di Petilia proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Covid, chiuse per precauzione le scuole di Roccabernarda ed il liceo di Petilia

CROTONE – A causa di un caso di positività a Roccabernarda resteranno chiuse tutte le scuole del Comune ed anche il liceo scientifico di Petilia Policastro dove frequenta la figlia dell’uomo risultato contagiato. La decisione è stata presa dai sindaci di Roccabernarda, Nicola Bilotta, e di Petilia Policastro, Amedeo Nicolazzi in attesa che si conoscano gli esiti dei tamponi sui contatti diretti dell’uomo- che è asintomatico – tra cui le due figlie: una frequenta le scuole medie a Roccabernarda e l’altra il liceo scientifico di Petilia Policastro. La moglie dell’uomo – già sottoposta a tampone – è risultata negativa. La famiglia, comunque, si trovava in isolamento già da alcuni giorni.

Nel frattempo il sindaco di Roccabernarda ha comunicato che “tutti gli ambienti scolastici saranno sanificati e resi sicuri rispettando tutte le disposizioni relative al CoronaVirus”. Al liceo Scientifico di Foresta ed anche nel plesso di Cotronei, a scopo precauzionale, nell’attesa dei risultati dei tamponi, sarà attivata la didattica a distanza.

L’articolo Covid, chiuse per precauzione le scuole di Roccabernarda ed il liceo di Petilia proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Crotone-Juventus 1-1 – La fotogallery

Crotone – Juventus 1-1

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Marrone, Luperto( 37 st Golemic); Pedro Pereira (27 st Rispoli), Reca, Cigarini, Vulic (27 st Siligardi), Molina (41 st Petriccione); Simy, Messias (16 Festa, 22 Crespi, 3 Cuomo, 14 Crociata, 95 Enrique, 20 Rojas, 28 Siligardi, 95 Enrique). All.: Stroppa.

Juventus (3-4-3): Buffon; Danilo, Bonucci, Demiral; Frabotta, Bentancur; Arthur (24 st Rabiot), Portanova (11 st Cuadrado); Chiesa, Morata, Kulusevski (24 st Bernardeschi). (1 Szczesny, 31 Pinsoglio, 3 Chiellini, 10 Dybala, 40 Vrioni, 50 Rafia, 51 Peeters). All.: Pirlo.

Arbitro: Fourneau di Roma 1.
Reti: 12 pt Simy su rigore, 21 pt Morata.
Angoli: 4-3 per la Juventus
Recupero: 0 e 7
Ammoniti: Bonucci, Cigarini, Portanova, Kulusevsky, Reca, Magallan per gioco falloso.
Espulso al 14 st Chiesa per un fallo su Cigarini.
VAR 1

L’articolo Crotone-Juventus 1-1 – La fotogallery proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Simy, contro la Juventus una rete contro le violenze della polizia in Nigeria

CROTONE – “Ai nostri eroi caduti, a tutte le nostre famiglie ferite, a tutti i nostri genitori, fratelli e sorelle col il cuore spezzato, io non riesco a trovare le parole giuste per potervi confortare abbastanza dal vostro grande dolore, ma posso promettervi una cosa oggi: le nostre lacrime e quelle dei nostri Caduti non saranno invano. Il cambiamento sta per arrivare”.

Con questo post su instagram con la foto dell’esultanza dopo la rete alla Juventus, l’attaccante del Crotone, Nwanko Simy, ha portato all’attenzione quanto sta accadendo nel suo paese d’origine la Nigeria. Dopo la rete segnata su rigore a Buffon, Simy ha mostrato una maglia con la scritta End policy brutality in Niogeria (stessa cosa ha fatto Osimhen, attaccante nigeriano del Napoli dopo la sua prima rete in Italia).

In Nigeria quello della violenza della polizia ed in particolare della SARS, la Squadra Speciale Anti Rapina, è un tema caldo. Da otto giorni i cittadini nigeriani protestano con manifestazioni di piazza il loro dissenso contro le abitudini dei poliziotti senza freni e controlli. Il Governo nigeriano ha dimesso la SARS, sostituendola con la SWAT, ma non sembra essersi placata la violenza delle forze armate nazionali.

L’articolo Simy, contro la Juventus una rete contro le violenze della polizia in Nigeria proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

___asset_placeholder_3___

Crotone-Juventus, Stroppa: una grande prova, punto importante per autostima

CROTONE – “La Juventus ha individualità importanti, quella vista col Crotone non è sicuramente la foto della Juve migliore ma si deve tenere conto delle assenze che aveva. Noi abbiamo fatto una grande prova lavorando il più alti possibili per non dare la profondità alla Juve”. Spiega così, Giovanni Stroppa, la bella prestazione contro la Juventus che ha permesso al Crotone di segnare il primo punto in classifica.
L’allenatore del Crotone sottolinea come alla sua squadra piaccia giocare a viso aperto anche contro le grandi squadre: “Questa categoria è un altro sport rispetto a quello che facevamo prima – dice Stroppa -. Abbiamo fatto un’ottima prestazione, dispiace di aver sbagliato negli ultimi metri. Di certo è un punto importante per autostima e consapevolezza di quello che facciamo. La strada è quella giusta, se arrivano questi punti con queste squadre non vedo perché non dobbiamo crederci. Oggi abbiamo preso un gol che si poteva evitare”.
Stroppa evidenzia che nel secondo tempo con un uomo in più la sua squadra ha rallentato: “Non so se c’è stata paura di vincere. Il gol annullato a Morata ci ha spaventato. Ci siamo chiusi e non abbiamo lavorato in avanti. Potevamo approfittare della superiorità per non far giocare la Juventus. Non ci siamo riusciti, ma c’è di contro che avevamo di contro la Juventus che anche in dieci ci ha creato difficoltà”.

L’articolo Crotone-Juventus, Stroppa: una grande prova, punto importante per autostima proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___