Tartaruga caretta caretta soccorsa a Cirò Marina e curata al Ceam

Una tartaruga marina della specie caretta caretta è stata trovata e soccorsa sulla spiaggia di Cirò Marina. L’esemplare, una femmina del peso di 10,5 kg e della lunghezza di poco più di 30 cm, probabilmente rimasta incastrata in una rete, è stata trovata dal naturalista Mario Pucci che l’ha portata dal socio e veterinario Giuseppe Bruno che ha subito allertato il Wwf di Crotone. La tartaruga, con molta probabilità, è stata portata sulla spiaggia dalla mareggiate che ha investito le coste crotonesi nei giorni scorsi.

La squadra di recupero composta da Paolo Asteriti, Franco Venturino e Silvio Cimbalo, dopo aver comunicato il ritrovamento agli enti preposti e recuperato l’esemplare lo ha portato alla clinica del dottore Raffele Manica, dirigente sanitario del Centro di Recupero Tartarughe Marine di Caporizzuto, il quale visitata la tartaruga e prestato le prime cure, forniva la terapia necessaria. Attualmente l’esemplare si trova presso il centro dell’Area marina protetta Caporizzuto, quotidianamente assistita da Giulio Sestito e a turno da una equipe di giovani professionisti, opportunamente formati l’anno scorso dal professore Antonio Di Bello docente e grande esperto di tartarughe marine dell’Università di Bari.

“Ci tengo a ringraziare tutti i soci del WWF Provincia di Crotone e i tanti volontari dei Campi estivi – ha scritto Paolo Asteriti del Wwf Crotone – perché se non fosse per loro oggi la struttura di Capo Rizzuto sarebbe chiusa”.

Il responsabile del Wwf di Crotone ricorda che “l’associazione oltre ad avanzare l’ultima tranche del progetto finanziato dalla Regione Calabria, che ha permesso di rilanciare un Aquarium che è l’ultimo Centro di Educazione Ambientale ancora aperto nella Provincia di Crotone, deve ancora percepire 13.000 euro dalla provincia di Crotone da ben 4 anni. Abbiamo preso l’impegno di gestire gratuitamente la struttura fino al 30/06 e sicuramente lo faremo anche se abbiamo avuto la disdetta di tutte le scuole con le quali avevamo iniziato un percorso di educazione ambientale. Credo che il Centro di educazione Ambientale Marino, in collaborazione con il territorio e le varie associazioni di Caporizzuto, possa essere il fiore all’occhiello dell’Area Marina Protetta, un punto di riferimento come Centro di Recupero, ma anche uno spazio per l’educazione ambientale e di questo ne siamo sicuri (basta vedere le numerose prenotazione di quest’anno o l’entusiasmo delle diverse scolaresche che ci hanno visitato). Noi lotteremo fino alla fine augurandoci che la classe politica faccia la sua parte”.

L’articolo Tartaruga caretta caretta soccorsa a Cirò Marina e curata al Ceam proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Emergenza virus, a Cotronei i vigili del fuoco invitano i cittadini a restare in casa (video)

COTRONEI – Tre unità di Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Crotone alla fine del servizio ordinario di turno operativo di 24 ore, su richiesta del Sindaco di Cotronei, Nicola Belcastro, si sono recati nel comune silano per effettuare un servizio di comunicazione, sensibilizzazione e informazione sulle misure di comportamento da adottare per il contenimento del virus con un loro mezzo munito di megafono.
La popolazione di Cotronei ha risposto in maniera esemplare, dalle proprie abitazioni ascoltavano incuriositi ed interessati al messaggio che il Vigile dava con il microfono, in alcuni casi applaudendo l’iniziativa. Il passaggio più emozionante è avvenuto quando l’automezzo rosso dei pompieri ha percorso la strada nei pressi delle numerose cliniche presenti nella cittadina montana, e lo speaker vigile del fuoco ha ringraziato per il loro lavoro i sanitari e tutti coloro che in questo momento stanno aiutando gli ospiti di queste strutture.
Il Comandante della Polizia locale ha accompagnato per tutta la durata del servizio i Vigili del Fuoco, sottolineando il totale rispetto delle regole da parte della popolazione. Alla fine del servizio il ringraziamento con ‘stretta di mano virtuale’ dell’amministrazione comunale rappresentata dal Sindaco e dall’Assessore all’ambiente.

L’articolo Emergenza virus, a Cotronei i vigili del fuoco invitano i cittadini a restare in casa (video) proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Crotone, tettoia in fiamme in un palazzo di via Veneto (Video)

CROTONE – Un incendio si è sviluppato verso le ore 13 di domenica 29 marzo in un’abitazione in via Vittorio Veneto a Crotone. Sul posto sono giunti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone in seguito ad una richiesta di intervento alla sala operativa nella quale si segnalavano fiamme e fumo che fuoriuscivano dal settimo piano di un palazzo. sono intervenute due squadre di pompieri con autopompa e autoscala. I vigili del fuoco arrivati nella parte alta del palazzo hanno constatato che le fiamme si erano sprigionate sotto alcuni pannelli solari posti su una tettoia in legno che copriva il terrazzo al settimo piano.
Si procedeva allo spegnimento evitando il propagarsi delle stesse agli adiacenti appartamenti. Le cause dell’incendio al momento al vaglio dei vigili del fuoco.

L’articolo Crotone, tettoia in fiamme in un palazzo di via Veneto (Video) proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Coronavirus, Regione Calabria: dati incoraggianti dal Ruxolitinib

La Calabria è la prima regione in Italia ad aver richiesto e ottenuto di utilizzare il Ruxolitinib per il trattamento di pazienti affetti da Covid19. Il farmaco, attualmente, viene usato in ematologia per le sindromi mieloproliferative croniche.

Si tratta di una terapia sperimentale, partita lo scorso 27 marzo, autorizzata dal Comitato etico regionale, che vede interessati, al momento, tre pazienti ricoverati presso il reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Cosenza. Per tutti e tre i pazienti si è notato un miglioramento clinico e dei dati obiettivi di laboratorio, mentre due di loro non hanno più avuto bisogno di ossigeno dopo due giorni di trattamento, spiega il dipartimento Tutela della salute e Politiche sanitarie della Regione Calabria.

Lo studio è stato ideato dai dottori Mendicino e Botta dell’unità operativa Ematologia di Cosenza e dal prof. Marco Rossi dell’università Magna Graecia e sarà esteso agli altri ospedali della regione. Pur con le dovute cautele, informa il dipartimento regionale, i primi dati sembrano essere molto incoraggianti. Pertanto si prevede nei prossimi giorni di trattare un maggiore numero di pazienti.

L’articolo Coronavirus, Regione Calabria: dati incoraggianti dal Ruxolitinib proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Compagnia delle opere, raccolta di cibo e fondi per il Banco Alimentare

La Compagnia delle opere della Calabria che ha sede a Crotone ha promosso una raccolta di alimenti tra i soci del settore agroalimentare per aiutare il Banco Alimentare della Calabria. Lo comunica il presidente della Cdo, Giuseppe Caruso, spiegando che l’iniziativa parte dalla constatazione che si si trova “in una fase delicata, una quarantena forzata in cui è in crescita la povertà. Un problema che riguarda principalmente il Sud con i suoi lavoratori saltuari, le famiglie monoreddito, i proprietari di piccole attività costretti a chiudere”.
“Stiamo assistendo in questi ultimi giorni – scrive Caruso – al lavoro senza sosta del Banco Alimentare della Calabria, impegnato a distribuire alimenti ad oltre 500 enti assistenziali che si prendono carico di 110.000 poveri nella nostra regione. Il Banco è di supporto anche a diversi comuni che hanno attivato il Centro Operativo Comunale per offrire un sostegno strutturato alle fasce più deboli della popolazione”.
Sull’esempio di una nota azienda lattiero-casearia cosentina, che ha donato al Banco Alimentari ingenti quantità di latte che andranno ai bambini in stato di bisogno, la Cdo della Calabria ha invitato i soci del settore agroalimentare a seguire lo stesso gesto di solidarietà. “L’invito – evidenzia Caruso – è stato inoltrato ieri sera, dopo una riunione online con il direttore del Banco Alimentare Gianni Romeo, e già nel breve arco di tempo abbiamo avuto il consenso di diverse aziende alle quali vanno i nostri più sinceri ringraziamenti.
La Compagnia delle Opere, inoltre, appoggia la raccolta fondi “Il tuo aiuto è prezioso” attivata dal Banco Alimentare.
Si può donare a Associazione Banco alimentare della Calabria Onlus
IBAN: IT23 O030 6909 6061 0000 0109 866 CAUSALE: EMERGENZA COVID-19

L’articolo Compagnia delle opere, raccolta di cibo e fondi per il Banco Alimentare proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Donazione generi alimentari, Croce rossa punto di raccolta e distribuzione

CROTONE – La Croce Rossa di Crotone è punto di riferimento per la raccolta e di distribuzione di generi alimentari destinati alle famiglie bisognose. Lo fa sapere la Camera di commercio di Crotone che ha avviato la raccolta nell’ambito delle attività del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile del Comune di Crotone.

Per informazioni è possibile contattare la Sala operativa della Cri di Crotone al numero 393.8942132

L’articolo Donazione generi alimentari, Croce rossa punto di raccolta e distribuzione proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Coronavirus, sono 555 i contagiati in Calabria. Guariti in undici: uno è di Crotone

Ci sono undici persone che sono guarite dal contagio del coronavirus in Calabria. Una è di Crotone. E’ questo il dato con il quale vogliamo partire sabato 28 marzo nell’ormai consueta conta dei contagi e, purtroppo, dell’elenco dei deceduti che sono 21. In Calabria ad oggi sono stati effettuati 5.968 tamponi. Le persone risultate positive al coronavirus sono 555 (+61 rispetto a venerdì 27), quelle negative sono 5413. I tamponi eseguiti in più rispetto alla giornata del 27 marzo sono 583. Il dato del contagi è stabile rispetto alle scorse giornate: rispetto ai tamponi eseguiti quelli risultati positivi sono il 9%.

La situazione di Crotone è definita dal bollettino emesso dall’Asp. Ad oggi sono stati registrati 94 casi complessivi di infezione da coronavirus, dei quali 1 guarito, 2 deceduti, 19 ricoverati all’ospedale San Giovanni di Dio di Crotone (tutti assistiti presso il reparto Covid19/Malattie Infettive), 4 presso il nosocomio Pugliese – Ciaccio di Catanzaro, 1 presso il Policlinico Universitario Mater Domini di Catanzaro e 67 in isolamento e sorveglianza attiva domiciliare. Le attività di sorveglianza sanitaria nel territorio crotonese vengono regolarmente effettuate su 1.026 soggetti classificati come “contatti stretti” di soggetti risultati positivi all’infezione virale. L’incidenza sulla popolazione di Crotone è quasi di 5 contagi ogni 10 mila abitanti.

Secondo le informazioni reperite attraverso il bollettino della Regione Calabria territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

  • Catanzaro: 16 in reparto; 13 in rianimazione; 100 in isolamento domiciliare; 4 guariti
  • Cosenza: 40 in reparto; 2 in rianimazione; 99 in isolamento domiciliare; 10 deceduti
  • Reggio Calabria: 28 in reparto; 6 in rianimazione; 106 in isolamento domiciliare; 7 guariti; 8 deceduti
  • Vibo Valentia: 3 in reparto; 1 in rianimazione; 31 in isolamento domiciliare; 1 deceduto
  • Crotone: 20 in reparto; 58 in isolamento domiciliare; 2 deceduto

I soggetti in quarantena volontaria sono 8.104, così distribuiti:

  • Cosenza: 2181
  • Crotone: 859
  • Catanzaro: 973
  • Vibo Valentia: 662
  • Reggio Calabria: 3.429

Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 12.099.Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro

L’articolo Coronavirus, sono 555 i contagiati in Calabria. Guariti in undici: uno è di Crotone proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

“Il prezioso contribuito degli assistenti sanitari nella gestione dell’emergenza”

Alessandro Beux, presidente della Federazione nazionale Ordini dei TSRM e professioni sanitarie tecniche riabilitazione e prevenzione, in una lettera aperta ha voluto porre l’accento sull’importante ruolo di chi svolge professioni sanitarie. “Tutte le professioni sanitarie coinvolte nella gestione dell’emergenza risultano – afferma il presidente – meritevoli di attenzione e di riconoscenza per quel che stanno garantendo all’interno della grave situazione determinatasi e, più in generale, a favore del nostro prezioso sistema sanitario (bisognerà dimostrargli di essere davvero riconoscenti, dopo, quando sarà passata l’emergenza). In particolare, tra le varie professioni maggiormente coinvolte nell’emergenza, per frequenza, intensità ed esposizione che in questi giorni caratterizzano la loro azione, è doveroso ricordare gli Assistenti sanitari, per l’attività a supporto della comunità e dei singoli individui con inchieste epidemiologiche, ricerca attiva dei contatti, sorveglianza sanitaria, formazione e prevenzione; i Tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, per le persone che hanno bisogno di ossigenazione extracorporea (ECMO); i Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, per l’impegno nei servizi di prevenzione e protezione, al fine di porre in essere le disposizioni ministeriali e regionali e formare al corretto uso dei DPI; i Tecnici sanitari di laboratorio biomedico, per gli esami microbiologici e virologici (es. cosiddetto tampone) indispensabili per diagnosi molecolari rapide e affidabili, necessarie al controllo e alla gestione dell’emergenza; i Tecnici sanitari di radiologia medica, per le indagini radiologiche effettuate con finalità diagnostiche o di controllo nel tempo (ce ne sono già alcune decine in quarantena obbligatoria)”.

“Il richiamo alle predette cinque professioni sanitarie – afferma infine il presidente – esemplificativo e non esaustivo, non è (e non vuole essere) una graduatoria di merito -cosa in alcun modo possibile- o di popolarità -cosa inaccettabile-, ma un modo per rendere di immediata comprensione l’importanza di tutte le professioni sanitarie, fornendo una più ampia testimonianza del loro numero e della loro varietà, soprattutto in un momento come questo, in cui nei confronti di chi è in prima linea le parole dette e scritte possono risultare carezze o schiaffi, a seconda che riconoscano o meno il sacrificio fatto”.

L’articolo “Il prezioso contribuito degli assistenti sanitari nella gestione dell’emergenza” proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Strongoli, riprenderà nel pomeriggio l’erogazione dell’acqua

Da oggi riprenderà l’erogazione dell’acqua a Strongoli. Ad annunciarlo è stato il Commissario straordinario Umberto Pio Campini attraverso una nota stampa. La torbidita’ dell’acqua è rientrata e per le 13 ripartirà il potabilizzatore di Savelli. Il Commissario Straordinario del Comune di Strongoli ha seguito con i responsabili dell’ufficio tecnico comunale l’evolversi della situazione che da due giorni era bloccata a causa di problemi al potabilizzatore di Savelli che non si riusciva a riavviare a causa delle forti e recenti piogge e della torbidita’ dell’acqua. Da quanto appreso dal Commissario oggi pomeriggio dovrebbe riprendere dunque l’erogazione dell’acqua. Il problema interessava solo la città di Strongoli e non Marina.

L’articolo Strongoli, riprenderà nel pomeriggio l’erogazione dell’acqua proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___