Pubblicato il

Serie B, un Crotone imbarazzante affonda anche a Benevento. Crisi sempre più nera

Il fondo è toccato. Il Crotone più brutto dell’anno affonda a Benevento, luogo che in passato ha regalato quasi sempre momenti epici per i rossoblù, ma che nella notte dell’antivigilia completa un percorso orribile ...

Il fondo è toccato. Il Crotone più brutto dell’anno affonda a Benevento, luogo che in passato ha regalato quasi sempre momenti epici per i rossoblù, ma che nella notte dell’antivigilia completa un percorso orribile ...

Il fondo è toccato. Il Crotone più brutto dell’anno affonda a Benevento, luogo che in passato ha regalato quasi sempre momenti epici per i rossoblù, ma che nella notte dell’antivigilia completa un percorso orribile che ha spedito la squadra allenata da Oddo nei bassifondi della classifica, ora staccato anche dal Cosenza e sempre più zavorrato da ansia e paure.

Il Benevento ha passeggiato sulle macerie rossoblù, approfittando di un avversario inesistente, svuotato, svogliato, senz’anima e cuore. Inesistente, a dispetto delle belle parole di Oddo pronunciate ad ogni vigilia, ma che poi sul campo si traducono in figuracce inaccettabili. A proposito, la gestione con il coach abruzzese è diventata davvero insostenibile: due miseri punti raccolti in sei partite, nessuna di queste giocata a livelli di sufficienza, Ma cosa sta succedendo? Impossibile stabilirlo, ma la questione è ormai chiara. Il gruppo costruito in estate non è mai entrato in sintonia con la categoria, sfaldandosi partita dopo partite. E non sono serviti ribaltoni in panchina e contestazioni da parte della tifoseria. L’encefalogramma continua ad essere piatto, e l’ennesimo ceffone rimediata in una stagione diventata straziante conferma l’esigenza di intervenire presto per evitare che la situazione precipiti oltremisura.

La partita non è mai stata in discussione. Il Benevento l’ha sbloccata dopo nove minuti con Insigne e l’ha controllata con sicurezza e disinvoltura, passando poi all’incasso nel secondo tempo grazie al rigore generoso concesso per un tocco di Sampirisi e al tris nel finale realizzato da Bonaiuto. E il Crotone? Non pervenuto, così come il proprio allenatore Oddo, ancora lontanissimo da quella proposta di calcio che prometteva al momento dell’insediamento. Giocatori smarriti, confusi e assetto non definito. C’è di tutto e di più in una stagione fin qui orribile. E non solo (o non tanto) per i risultati, ma per quel senso di imbarazzo che producono le performance inadeguate dei giocatori, e che stanno irritando una tifoseria sempre più perplessa e incredula.

BENEVENTO: Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Buonaiuto (87’ Sanogo), Improta; Coda (79’ Asencio), Insigne (73’ Ricci). A disp.: Puggioni (GK), Gori (GK), Billong, Maggio, Tuia, Costa, Gyamfi, Cuccurullo, Volpicelli. All. Bucchi

CROTONE: Cordaz; Faraoni, Golemic, Sampirisi, Martella; Rohden (46’ Aristoteles; 63’ Simy), Zanellato, Barberis; Firenze, Budimir, Stoian (46’ Nalini). A disp.: Figliuzzi (GK), Festa (GK), Cuomo, Benali, Tripicchio, Molina, Nanni, Valietti, Spinelli. All. Oddo

ARBITRO: Giua di Olbia
MARCATORI: 9’ Insigne (B), 58’ Coda su rigore (B), 81’ Buonaiuto (B)
AMMONITI: 21’ Zanellato (C), 45’ Stoian (C), 53’ Martella (C), 72’ Golemic (C)

L’articolo Serie B, un Crotone imbarazzante affonda anche a Benevento. Crisi sempre più nera proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *