Pubblicato il

Monumento a Luigi Calabresi davanti al Tribunale di Crotone

Da qualche giorno sono iniziate le operazioni davanti al Palazzo di giustizia per la realizzazione di un monumento dedicato a Luigi Calabresi, il commissario di Polizia ucciso quarantasette anni fa a Milano da un commando terrorista. Giovedì ...

Da qualche giorno sono iniziate le operazioni davanti al Palazzo di giustizia per la realizzazione di un monumento dedicato a Luigi Calabresi, il commissario di Polizia ucciso quarantasette anni fa a Milano da un commando terrorista. Giovedì ...

Da qualche giorno sono iniziate le operazioni davanti al Palazzo di giustizia per la realizzazione di un monumento dedicato a Luigi Calabresi, il commissario di Polizia ucciso quarantasette anni fa a Milano da un commando terrorista. Giovedì mattina un mezzo pesante ha scaricato sul piazzale un masso di arenaria proveniente dal cantiere Iuticone sulle rive del fiume, successivamente sistemato nell’aiuola accanto all’ingresso principale del palazzo. L’iniziativa, che sembra fare capo all’ufficio di Procura, è avvolta dal più stretto riserbo, anche se è verosimile che l’opera sarà inaugurata il 17 maggio prossimo, giorno della morte di Calabresi, che quella mattina, prima di cadere sul selciato di piazza Cherubini, davanti alla sua abitazione, colpito a morte dai killer, si stava recando come ogni giorno al lavoro nel suo ufficio alla Questura del capoluogo lombardo in via Fatebenefratelli.

Il monumento, verosimilmente una stele, fa il paio con il nome del piazzale del Palazzo di giustizia, già dedicato a Luigi Calabresi. L’intitolazione risale al 2005, quando l’allora sindaco di Alleanza nazionale, Pasquale Senatore, davanti alla consegna del Premio Crotone ad Adriano Sofri, decise di dare al piazzale il nome del funzionario di Polizia che proprio Sofri, insieme a Giorgio Pietrostefani, aveva fatto uccidere armando la mano di Ovidio Bompressi, tutti elementi di spicco di Lotta Continua che furono condannati in via definitiva per quell’omicidio a ventidue anni di reclusione (del commando faceva parte anche Leonardo Marino che ottenne uno sconto di pena per aver collaborato con gli inquirenti).

“Noi onoriamo la memoria di un servitore dello Stato vittima del terrorismo, altri assegnano un premio a colui che è stato riconosciuto dopo tre gradi di giudizio responsabile di quell’assassinio” disse in quell’occasione Senatore davanti ai giornalisti, convocati da un’ora all’altra in sala Giunta come faceva ogni qualvolta riteneva di avere un asso nella manica per mettere in difficoltà gli avversari politici. Erano i primi giorni di gennaio 2005 e neanche un mese prima la Provincia, guidata da una giunta di centrosinistra con a capo Sergio Iritale, aveva annunciato la consegna del premio Crotone al leader di Lotta Continua, in quel momento ristretto nel carcere di Pisa.

“Mi sembra che la scelta di intitolare il piazzale del Tribunale a Calabresi sia indovinata poiché non vi è dubbio che il commissario era il braccio armato della legge e della giustizia” disse ancora l’ex sindaco, poi deceduto il 14 marzo di quattro anni fa, annunciando che si sarebbe chiamato “Piazzale Luigi Calabresi, servitore dello Stato”.

L’articolo Monumento a Luigi Calabresi davanti al Tribunale di Crotone proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *