Pubblicato il

Coronavirus, Di Cello e Turino (Ugl): tutela per addetti aeroporti calabresi

“L’epidemia da coronavirus è da considerarsi altamente pericolosa. La Calabria, con i suoi tre aeroporti, ha l’obbligo morale e materiale di mettere in piedi un presidio costante capace di controllare e prevenire, per quanto ...

“L’epidemia da coronavirus è da considerarsi altamente pericolosa. La Calabria, con i suoi tre aeroporti, ha l’obbligo morale e materiale di mettere in piedi un presidio costante capace di controllare e prevenire, per quanto ...

“L’epidemia da coronavirus è da considerarsi altamente pericolosa. La Calabria, con i suoi tre aeroporti, ha l’obbligo morale e materiale di mettere in piedi un presidio costante capace di controllare e prevenire, per quanto possibile e applicando le regole, l’incolumità di tutti, in modo particolare degli addetti ai lavori impegnati nell’assistenza diretta a passeggeri e aeromobili, i più esposti alla possibilità di un contagio”. Lo chiedono Giuseppe Di Cello e Gianfranco Turino, rispettivamente segretario provinciale e regionale di Ugl Trasporto Aereo Calabria.

“L’evoluzione negativa in corso, relativa al numero di soggetti risultati positivi in molte località della geografia nazionale – aggiungono i due sindacalisti – accresce la preoccupazione di tutti coloro che operano in ambienti affollati, crocevia di utenti che arrivano e partono per ogni parte del mondo. Come sindacato del trasporto aereo, chiediamo l’immediata istituzione di un coordinamento composto dalla Sanità aerea, Enac, Gestore handling, operatori, aziende e Ooss”, al fine di garantire “un costante controllo e monitoraggio dei voli in arrivo e partenza per tutte le destinazioni, senza eccezioni”.

L’articolo Coronavirus, Di Cello e Turino (Ugl): tutela per addetti aeroporti calabresi proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *