Pubblicato il

Serie A, Stroppa incassa e guarda avanti: “schiaffi che spero servano a crescere”

Deluso ma sereno e determinato. Giovanni Stroppa archivia l’amaro debutto di Marassi e guarda già oltre. Aveva immaginati un debutto diverso, ma condizione fisica, squadra ancora incompleta e assenze hanno influito sul risultato finale. ...

Deluso ma sereno e determinato. Giovanni Stroppa archivia l’amaro debutto di Marassi e guarda già oltre. Aveva immaginati un debutto diverso, ma condizione fisica, squadra ancora incompleta e assenze hanno influito sul risultato finale. ...

“Sapevamo che qualità avevamo di fronte – aggiunge- ho parlato più volte di ritardo da parte nostra e lo confermo anche oggi. La squadra non è stata in balìa dell’avversario, è stata semplicemente ingenua dimostrando uno spessore diverso in qualche individualità rispetto al Genoa, che ha meritato comunque il risultato. Certamente dobbiamo migliorare in tutte e due le fasi”.
“La società sa cosa fare – chiosa- non è la partita di oggi che deve essere il campanello d’allarme per intervenire sul mercato. Aggiungo che oltre alla necessità di completare la rosa c’è una condizione fisica differente: non avendo potuto disputare amichevoli nel precampionato purtroppo la acquisiremo giocando.
La fotografia di questa partita non deve consigliarci variazioni alle nostre caratteristiche: è certamente troppo presto. Penso si possa fare calcio come sappiamo, è solo un problema di condizione fisica, poi negli episodi la serie A non perdona quindi bisogna avere anche uno spessore individuale.
In qualche giocata forse ha avuto un peso anche l’inesperienza, ma sono più importanti la condizione fisica e l’amalgama che deve ancora crearsi tra vecchi e nuovi. A sprazzi siamo riusciti a far intravedere qualcosa ma non basta, abbiamo preso degli schiaffi che spero servano a crescere”.

L’articolo Serie A, Stroppa incassa e guarda avanti: “schiaffi che spero servano a crescere” proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *