Pubblicato il

Giustizia, Antonio D’Amato ricorda il giudice Scopelliti

REGGIO CALABRIA – Intervenendo all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria, Antonio D’Amato, togato del Consiglio superiore della magistratura, ha ricordato il giudice Scopelliti: “Proprio in questi ...

REGGIO CALABRIA – Intervenendo all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria, Antonio D’Amato, togato del Consiglio superiore della magistratura, ha ricordato il giudice Scopelliti: “Proprio in questi ...

REGGIO CALABRIA – Intervenendo all’inaugurazione dell’anno giudiziario a Reggio Calabria, Antonio D’Amato, togato del Consiglio superiore della magistratura, ha ricordato il giudice Scopelliti: “Proprio in questi giorni, 86 anni fa, nasceva in un paesino qui vicino, Campo Calabro, in provincia di Reggio Calabria, un valoroso magistrato, che voglio ricordare in questa occasione, del quale peraltro quest’anno ricorre il trentesimo anniversario della morte, Antonino Scopelliti, allora rappresentante la pubblica accusa, in qualità di sostituto procuratore generale presso la Suprema corte di cassazione, contro gli imputati del maxiprocesso di mafia contro Cosa Nostra. Egli fu assassinato, a soli 56 anni, da due sicari della ‘Ndrangheta e di Cosa Nostra, per aver rifiutato diversi tentativi di corruzione. L’impegno civile e politico di Scopelliti restano un esempio vivo ai giorni nostri”.

Il buon giudice, nella sua solitudine, deve essere libero, onesto e coraggioso: in questa breve frase di Antonino Scopelliti – ha aggiunto D’Amato – c’è tutta la grandezza della lezione morale che ci ha lasciato. E sono proprio questi principi di libertà, onestà e coraggio, ai quali egli ha sempre conformato il suo lavoro, che devono costituire il faro cui dobbiamo ispirarci, ancor di più in questo periodo, di grande sofferenza per la magistratura italiana e per l’intero Paese”.

L’articolo Giustizia, Antonio D’Amato ricorda il giudice Scopelliti proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *