Pubblicato il

Sbarco a Sovereto, bagnini e turisti soccorrono i profughi

Sbarco a Sovereto, bagnini e turisti soccorrono i profughi

ISOLA CAPO RIZZUTO – Sono stati i bagnini e vacanzieri che erano in spiaggia a Sovereto, località del comune di Isola Capo Rizzuto, a soccorrere questa mattina verso le 7.30 cinquantasei persone che erano a bordo di una barca a vela di 16 metri che ha raggiunto la costa calabrese senza essere intercettata. La barca è stata vista navigare sottocosta intorno alle 5 del mattino.

Una navigazione che ha insospettito i bagnini dei villaggi Capo Piccolo e Cala Greca che, a bordo di alcuni pattini, si sono avvicinati all’imbarcazione. Una volta resisi conto della situazione è stata chiamata la Guardia Costiera e le forze dell’ordine. Intanto i bagnini ed alcuni bagnanti hanno soccorso le persone portandole va riva. In particolare i primi soccorsi sono stati rivolti verso un neonato che era insieme con la madre. Dalle testimonianze si è saputo che alcune persone a bordo, che avevano un accento dei paesi dell’Est, una volta sbarcate sono scappate. Complessivamente sono sbarcati 39 uomini, 6 donne ed undici bambini di nazionalità irachena e siriana.

Sul luogo dello sbarco sono intervenuti poco dopo la Croce Rossa Italiana, la Misericordia di Isola Capo Rizzuto e la Polizia di Stato per l’identificazione. I profughi sono stati trasferiti al Cara di Sant’Anna. I medici del Suem 118 hanno assicurato la prima assistenza sanitaria soprattutto ai più piccoli.

L’articolo Sbarco a Sovereto, bagnini e turisti soccorrono i profughi proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *