Pubblicato il

Stige, Valentino Zito scarcerato dal Tribunale della libertà

Stige, Valentino Zito scarcerato dal Tribunale della libertà

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha accolto oggi il ricorso degli avvocati Francesco Verri e Vincenzo Ioppoli e ha rimesso in libertà l’imprenditore vinicolo di Cirò Marina, Valentino Zito per assenza dei gravi indizi di colpevolezza. Zito era stato coinvolto nell’operazione della direzione distrettuale antimafia Stige che nel gennaio 2018 ha portato all’emissione di 170 ordinanze di custodia cautelare contro la cosca Farao-Marincola di Cirò.

La Corte di Cassazione il 6 giugno aveva accolto l’impugnazione dei difensori di Zito contro la prima ordinanza e ordinato al Tribunale un nuovo esame. Il 3 luglio la Corte di Cassazione aveva annullato senza rinvio l’ordinanza per il fratello Francesco, liberato immediatamente. Nell’udienza di giovedì scorso la Procura della Repubblica aveva insistito per la conferma della misura cautelare. Ma il Tribunale della Libertà ha giudicato convincente il ricorso degli avvocati Verri e Ioppoli, già valorizzato dalla Cassazione.

‘Sulla soddisfazione processuale – ha commentato l’avvocato Francesco Verri sul suo profilo Facebook – in questo momento francamente prevale un senso di spossatezza per la fatica fatta in tutti questi mesi, insieme all’amico e maestro Vincenzo Ioppoli, per rimediare con memorie, ricorsi, indagini difensive, consulenze a un – chiamiamolo col suo nome – errore giudiziario. E il lavoro non è finito. E’ importante però segnalare oggi l’annullamento della misura a causa dell’assenza dei gravi indizi di concorso esterno in associazione mafiosa anche perché la vicenda, al momento dell’arresto, aveva avuto grande risonanza mediatica’.

L’articolo Stige, Valentino Zito scarcerato dal Tribunale della libertà proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *