Pubblicato il

Calcio, serie B, seggiolini bruciati dopo Pescara-Crotone: indagini in corso

PESCARA – Il Delfino Pescara 1936 comunica, che in ordine a quanto accaduto nel settore Curva Nord dello stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia” nel corso del primo tempo della gara di campionato Pescara-Crotone, del 25 settembre ...

PESCARA – Il Delfino Pescara 1936 comunica, che in ordine a quanto accaduto nel settore Curva Nord dello stadio Adriatico “Giovanni Cornacchia” nel corso del primo tempo della gara di campionato Pescara-Crotone, del 25 settembre 2018, sono in corso accertamenti tesi ad individuare i responsabili dell’episodio che ha determinato la distruzione di alcuni seggiolini dello stadio.

“In particolare l’accensione di numerosi fumogeni, utilizzati per l’esecuzione di una coreografia – spiega in una nota la società biancazzurra – ha determinato un principio di incendio che è stato domato dal pronto intervento dei vigili del fuoco in servizio nello stadio. Tale comportamento, che evidenzia l’introduzione di materiale pirotecnico, esplicitamente vietato dalla legge e dal Regolamento d’uso dell’impianto, avrebbe potuto causare, oltre al danno suddetto, ulteriori e più gravi conseguenze a sostenitori presenti nel settore, considerata anche la vicinanza delle fiamme a striscioni e bandiere”.

“Ciò posto, si rappresenta – spiega ancora la società biancazzurra – che quanto esposto rientra nelle fattispecie previste per l’applicazione del Codice di condotta delle società, ed il conseguente utilizzo del Sistema di gradimento nei confronti dei responsabili dell’episodio in argomento”.

L’articolo Calcio, serie B, seggiolini bruciati dopo Pescara-Crotone: indagini in corso proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *