Pubblicato il

Crotone, rullo compressore si cappotta: in pericolo di vita un 66enne

CROTONE – Un uomo, E.I. di 66 anni di Crotone, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro in seguito ad un incidente sul lavoro accaduto nella mattinata del 25 maggio. L’uomo è ...

CROTONE – Un uomo, E.I. di 66 anni di Crotone, è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro in seguito ad un incidente sul lavoro accaduto nella mattinata del 25 maggio. L’uomo è rimasto schiacciato sotto un rullo compressore con il quale stava scendendo dalla rampa del camion sul quale il mezzo si trovava.

Dalla ricostruzione fatta dai carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto, l’uomo era arrivato con il camion sul quale si trovava il rullo, in località Sant’Anna, frazione del comune di Isola Capo Rizzuto dove doveva asfaltare una strada interna in via dei Giacinti nei pressi della chiesa.

Dopo aver parcheggiato il camion il 66enne – titolare dell’azienda edile impegnata nei lavori per conto di provati – era quindi salito sul rullo compressore e stava scendendo con il mezzo utilizzando una rampa. Per cause in corso di accertamento il rullo è caduto dalla rampa cappottandosi. L’uomo è rimasto imprigionato sotto il mezzo.

Sul posto sono giunti i sanitari del Suem 118 che, considerate le condizioni della vittima, hanno disposto il trasferimento in elicottero all’ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro dove è ricoverato in prognosi riservata in condizione di pericolo di vita.

Le indagini sull’accaduto sono condotte dai carabinieri che hanno rilevato come il camion fosse senza targa e sprovvisto di assicurazione. Sul posto anche gli uomini dello Spisal (Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Asp di Crotone) specializzati nei rilievi in caso di incidenti sul lavoro.

L’articolo Crotone, rullo compressore si cappotta: in pericolo di vita un 66enne proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *