Pubblicato il

Carrefour Crotone, il presidio dei dipendenti continua. Malore per un sindacalista

CROTONE – “Ai nostri figli abbiamo detto che siamo rimasti senza lavoro, che dobbiamo tirare la cinghia più di prima, ma che abbiamo speranza nelle istituzioni e nel sindacato”. Parla così Rosaria, che è una ...

CROTONE – “Ai nostri figli abbiamo detto che siamo rimasti senza lavoro, che dobbiamo tirare la cinghia più di prima, ma che abbiamo speranza nelle istituzioni e nel sindacato”. Parla così Rosaria, che è una delle 52 persone che lavoravano nel punto vendita Carrefour di Crotone che si sono ritrovate licenziate da un giorno all’altro con un messaggio whatsapp dal licenziatario, la Grande distribuzione lametina di Franco Perri.

Lei, con i suoi colleghi, da 13 giorni presidia quello che era il loro luogo di lavoro per tenere accesa l’attenzione sulla vertenza e pressare affinché il Ministero dello sviluppo economico conceda a breve l’incontro promesso per arrivare ad una soluzione. Presidiano i locali, dove è stata staccata la corrente dal 16 ottobre. E molti generi alimentari stanno andando a male. Sabato, fanno sapere, c’è stata anche una ispezione dell’Asp di Crotone all’interno dei locali del punto vendita ed è stato trovato molto cibo avariato con la presenza di vermi e larve di mosca.

Si commenta anche la lettera che la Gdl ha inviato lunedì sera spiegando che “i licenziamenti non sono stati ancora intimati” ma che è stata solo avviata la procedura secondo legge. Nella lettera la Gdl, nel ribadire di aver tentato di tutto per tenere aperto il punto vendita (tra cui anche la richiesta di una diminuzione del fitto del ramo d’azienda), smentisce anche il fatto che l’annuncio del licenziamento sia avvenuto tramite un whatsapp inviato da Perri al direttore del punto vendita. E’ la stessa Gdl a rivelarne il contenuto: “oggi sono partite le lettere per la cessazione dell’attività, la mia volontà di non lasciarvi senza lavoro non è riuscita – scriveva il 16 ottobre Perri -. Se riusciamo a fare l’inventario, i soldi che ricaviamo li destiniamo a voi, Fammi sapere e abbracciami tutti”.

“Come si poteva fare l’inventario senza energia elettrica” dicono oggi i dipendenti uno dei quali ha accusato un malore ed è stato portato in elisoccorso a Catanzaro. Si tratta di un rappresentante sindacale che con i colleghi stava preparando la lettera di risposta alla Gdl quando si è sentito male. Le sue condizioni sono stazionarie.

L’articolo Carrefour Crotone, il presidio dei dipendenti continua. Malore per un sindacalista proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *