Pubblicato il

Un Natale felice per una terra alla quale servono unità e regole

Che sia un giorno felice questo Natale. Lo auguriamo ai nostri lettori usando l’arte canora dello Shining voices gospel choir che rappresenta una di quelle tante eccellenze crotonesi che ci distinguono dagli altri. Che sia un giorno felice per ...

Che sia un giorno felice questo Natale. Lo auguriamo ai nostri lettori usando l’arte canora dello Shining voices gospel choir che rappresenta una di quelle tante eccellenze crotonesi che ci distinguono dagli altri. Che sia un giorno felice per chi difende il lavoro come i 52 ragazzi del punto vendita Carrefour licenziati con un messaggio whatsapp. Un simbolo, anche loro, dei tempi che viviamo dove la freddezza dei social limita i contatti e rende disumani i rapporti. Che sia un giorno felice per chi deve sbattersi ogni giorno per reclamare il proprio diritto a curarsi perché in Calabria la sanità è allo sbaraglio e tanti parlano, ma nessuno fa.

Che sia un giorno felice per chi vorrebbe viaggiare e tornare ma resta vittima del business degli algoritmi e spesso rischia di restare lasciato a terra dai capricci di compagnie che guardano al profitto e non all’uomo. Che sia un giorno felice questo Natale. Che possa dare finalmente a questa terra uomini capaci e determinati per guidarla fuori dalle paludi della cattiva politica, degli affari criminali, delle raccomandazioni.

Che sia un giorno felice per chi, come il procuratore Nicola Gratteri, insieme ad i calabresi onesti si trova a combattere contro la ndrangheta nel silenzio globale dei mass media italiani. Che sia un giorno felice per il vescovo che verrà all’Epifania affinché possa dare più vigore, coraggio e misericordia alle anime di questa diocesi.

Che sia un giorno felice per i ragazzi che inseguono un sogno che possano, con lo studio e la determinazione, trovare la strada per esprimere le loro passioni e raggiungere l’infinito ed oltre come dimostra l’ingegnere crotonese, Roberto Formaro, che manda i satelliti in orbita per l’Agenzia spaziale italiana. Che sia un giorno felice per chi ha deciso di andare via, perché possa un giorno tornare, ma anche per chi ha deciso di restare nonostante tutto sperando di non dover partire per farsi un futuro.

Che sia un giorno felice per noi che proviamo ad informarvi dovendo lottare contro i pettegolezzi dei social sperando che ci sia ancora qualcuno che entri in un’edicola per chiedere un qualsiasi giornale. Che sia un giorno felice per la città di Crotone e la sua provincia che ha bisogno di unità e di rispetto delle regole per poter davvero urlare che qui, ogni giorno, il cielo è sempre più blu. Buon Natale.

L’articolo Un Natale felice per una terra alla quale servono unità e regole proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *