Pubblicato il

Serie A, Crotone spuntato e ancora a digiuno: al Bologna basta il guizzo di Soriano

Il Crotone si ferma ancora. Niente rilancio, niente decollo, la proiezione rimane identica di quella che va in scena da inizio stagione, ovvero una prestazione per buona parte positiva ma che paga la consueta inconsistenza offensiva e ...

Il Crotone si ferma ancora. Niente rilancio, niente decollo, la proiezione rimane identica di quella che va in scena da inizio stagione, ovvero una prestazione per buona parte positiva ma che paga la consueta inconsistenza offensiva e ...

Il Crotone si ferma ancora. Niente rilancio, niente decollo, la proiezione rimane identica di quella che va in scena da inizio stagione, ovvero una prestazione per buona parte positiva ma che paga la consueta inconsistenza offensiva e l’altrettanto consueto dazio difensivo da concedere. Finisce così con la settima sconfitta su nove partite e appena due punti incassati. La crisi è spalancata, ma gennaio è ancora lontano. E dunque converrà stringere i denti e ricompattarsi in un mese di dicembre che potrebbe restituire (in parte) quanto fin qui lasciato malamente per strada.

Al Bologna è bastato poco per venirne a capo, aggiudicandosi un match che aveva sofferto per un tempo, trovando però l’acuto proprio allo scadere della prima frazione e legittimandolo in un secondo tempo più convincente, agevolato anche dalla pochezza di un Crotone che col passare del tempo ha perso smalto, brillantezza e convinzione.

Stroppa ha mezza squadra in infermeria e deve fare di necessità virtù: fuori causa Cigarini, Rispoli, Riviere, Benali e Siligardi, con soluzioni ridotte al lumicino. Il tecnico recupera però Molina che va in mezzala con Petriccione in cabina di regia. In attacco il solito tandem Simy e Messias. La partenza del Crotone è incoraggiante, e sul solito canovaccio che include aggressività e palleggio. Il Bologna è sorpreso e rischia di capitolare sotto i colpi di un Messias che semina il panico con una incursione da urlo che finisce alta e poi duettando con Pedro Pereira senza però trovare il pertugio giusto. C’è anche un colpo di testa in torsione di Simy che Skorupski disinnesca con un miracolo, e il tutto in un contesto di assoluto controllo del Crotone che ‘fa’ la partita e concede al Bologna soltanto le briciole. Ma come accade da inizio stagione, il Crotone non capitalizza la superiorità e si ritrova sotto alla prima difficoltà. La beffa è servita al tramonto del primo tempo, quando Soriano corregge in porta un pallone deviato miracolosamnete da Cordaz che si impenna nell’area piccola, Marrone lo devia verso la propria traversa e sul pallone vagante Soriano si catapulta per la rete del vantaggio.

E’ una tegola che si abbatte sulla testa del Crotone, che rientra dagli spogliatoi colpito nel morale e nell’orgoglio non riuscendo più ad imbastire quelle trame lucide e insistite del primo tempo. Il Bologna prende in mano il controllo e rischia ripetutamente di chiudere i conti, ma la partita resta in bilico fino alla fine. Stroppa prova a cambiare le carte in tavola inserendo Dragus e arretrando Messias in mezzala, non ricavando però nessuna reazione concreta. La resa è vicina, anche però il Crotone appare stanco e svuotato, incapace anche di effettuare un forcing convincente. Due punti in nove partite e morale sotto i tacchi.

L’articolo Serie A, Crotone spuntato e ancora a digiuno: al Bologna basta il guizzo di Soriano proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *