Pubblicato il

La preside: le aule non sono sicure, chiudiamo e vaccinateci

“Un periodo che sia una settimana, che siano dieci giorni, di chiusura delle scuole da sfruttare, però, per vaccinare tutto il personale scolastico, sarebbe necessario”. A dirlo all’AdnKronos è Maria Rosaria Rao, ...

“Un periodo che sia una settimana, che siano dieci giorni, di chiusura delle scuole da sfruttare, però, per vaccinare tutto il personale scolastico, sarebbe necessario”. A dirlo all’AdnKronos è Maria Rosaria Rao, dirigente scolastico del Liceo ‘Tommaso Campanella’ di Reggio Calabria, a proposito del rischio di una nuova chiusura delle scuole per via dell’aumento dei contagi che si registrano nelle aule.

“Fermo restando – aggiunge – che per quanto riguarda il nostro liceo la situazione è particolarmente tranquilla, non si può non riconoscere che la scuola crea un problema, che non deriva tanto dall’interno della scuola, ma chi la frequenta può portare il virus da fuori, dalle famiglie, ad esempio, e poi all’interno delle aule il rischio aumenta, perché si sta più vicini e per molte ore. Io sono per la scuola in presenza, la scuola è un luogo dove la presenza è necessariamente richiesta, ma in questo momento un periodo di chiusura, con la dad al cento per cento, non sarebbe male, ma, ripeto, questo periodo andrebbe sfruttato per fare le vaccinazioni al personale scolastico, così da mettere le scuole in sicurezza”. Tuttavia, sottolinea la preside, “noi ancora non sappiamo quando saremo vaccinati, si parla del 10 marzo, me lo auguro, in ogni caso chiudere le scuole per un certo periodo oggi è importante perché, da quello che sappiamo, le nuove varianti colpiscono soprattutto i giovani”.

Certo, spiega ancora Rao, “se per la scuola secondaria, per i licei, la dad si può fare agevolmente, il problema sorge per la scuola di primo grado, perché in quel caso la dad è un po’ più difficoltosa. Va anche tenuto presente, però, che con la dad abbiamo fatto delle esperienze importanti, la metodologia didattica in dad è totalmente cambiata, i professori hanno posto in essere delle strategie didattiche educative davvero eccezionali, e dunque da questo periodo di dad bisognerà cogliere un momento positivo, di crescita”, in ogni caso, conclude la preside, “in questo periodo bisogna pensare alle vaccinazioni, è un momento importante, i contagi stanno salendo, dalle scuole, dicono i monitoraggi, stanno uscendo un numero maggiore di positivi, quindi ben venga la presenza al cento per cento, come vuole il governo, ma prima vaccinateci”.

L’articolo La preside: le aule non sono sicure, chiudiamo e vaccinateci proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *