Pubblicato il

L’Abramo CC non vuole più affittare l’azienda, ma vuole metterla all’asta

Per Abramo Customer Care non ci sono più le condizioni per affittare l’azienda ma si vuole perseguire la strada dell’asta pubblica. All’indomani della notizia diffusa dal Fondo irlandese Heritage Ventures di ritirare la ...

Per Abramo Customer Care non ci sono più le condizioni per affittare l’azienda ma si vuole perseguire la strada dell’asta pubblica. All’indomani della notizia diffusa dal Fondo irlandese Heritage Ventures di ritirare la proposta di affitto della Abramo Cc depositata al Tribunale di Roma che sta valutando il concordato dell’azienda, la stessa Abramo rende nota questa decisione.

“Il tribunale di Roma – si legge in una nota del direttore generale Giovanni Orestano -, a fronte di due proposte di affitto con opzione sul successivo acquisto, in data 19 marzo ha risposto sia al fondo Heritage che al secondo partecipante chiedendo ulteriori garanzie a supporto della proposta di affitto. Garanzie che da subito sono state valutate dal fondo come estremamente gravose dal punto di vista dell’impegno finanziario; la scadenza per la risposta da parte dei due partecipanti era stata fissata al 23 marzo. A seguito della richiesta del tribunale il fondo Heritage ha deciso alla fine di comunicare di non volere proseguire nel percorso di affitto di ramo d’azienda, ritenendo quanto richiesto non coerente con le proprie valutazioni. Ha invece espresso la propria disponibilità a valutare la partecipazione ad un’asta finalizzata all’acquisto d’urgenza della società. Il Tribunale – precisa Orestano – valuterà tale richiesta così come quella della concorrenza, rispetto alle quali si esprimerà nei tempi che riterrà opportuno”.

Per l’affitto della Abramo (che ricordiamo in Calabria ha 3.000 occupati di cui 1.200 a Crotone), però, c’è in corsa anche un’altra offerta presentata dalla System House di Reggio Calabria che il Tribunale di Roma dovrà valutare entro il prossimo 1 maggio avendo prolungato i termini per la presentazione della proposta definitiva di concordato preventivo. Offerta che probabilmente ha scombussolato le carte nella definizione dell’acquisizione della Abramo che cambia strategia: “Secondo la valutazione di Abramo CC – ribadisce Orestano -, al di là delle considerazioni che il tribunale farà circa le offerte sul tavolo, sono venute meno oggi, per le informazioni a disposizione, le condizioni per perseguire la strada dell’affitto. La società sta quindi approfondendo con i propri legali la possibilità di ipotesi della cessione delle attività nell’ambito di un’asta pubblica”.

L’articolo L’Abramo CC non vuole più affittare l’azienda, ma vuole metterla all’asta proviene da Il Crotonese.

___asset_placeholder_0___ ___asset_placeholder_1___

___asset_placeholder_2___

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *